Termostato TH16: Temperatura e Umidità a portata di Smartphone!

1Ott - by Tecnoscout David - 0 - In Smart Home - Domotica

Bentornati su Tecnoscout! Con questo articolo apriamo la sezione “Smarthome – Domotica” dove possiamo trovare tutti i trucchetti ed accessori per rendere smart la nostra casa. Il primo ed utilissimo gadget che vi presentiamo è un termostato wireless di casa Sonoff, un termostato in grado di accedere/spegnere i nostri dispositivi al raggiungimento di una soglia (da noi preimpostata) da solo, in automatico.


Descrizione

Se programmare ogni giorno l’accensione del climatizzatore o qualsiasi altro dispositivo non fa per voi questo termostato è la scelta giusta per voi! In qualsiasi momento è possibile accedere dall’applicazione per verificare i livelli di temperatura ed umidità dell’aria scegliendo se accendere o spegnere il vostro climatizzatore. In alternativa esiste la funzione “auto” che si occupa di rendere tutto il processo automatico. Il TH16 ha anche un fratello minore, il TH10, che ha le stesse identiche funzioni ma può fornire una corrente di uscita di massimo 10A a differenza del TH16 che ne fornisce massimo 16 con una potenza massima di 3500W.


Unboxing

Il prodotto ci viene consegnato nei classici imballaggi di Amazon e si presenta pronto per essere collegato e messo in funzione. Nella confezione troviamo 2 componenti, il sensore di colore nero con un cavetto che permette di posizionarlo un poco distante dalla scheda di alimentazione e quest’ultima presenta il classico design di casa Sonoff.


Collegamento

Una volta collegato il sensore alla scheda con il classico innesto è il momento di alimentare la scheda e procedere con la sincronizzazione del dispositivo sul nostro account. Purtroppo i cavi di alimentazione non sono compresi quindi basterà procurarsi una semplice presa (link di esempio: QUI) e una volta rimosso il terminale e sbucciati i cavi possiamo collegarli nel seguente modo dopo aver rimosso la protezione bianca dalla scheda:

Una volta collegati possiamo inserire la spina nella presa elettrica di casa e aspettare che il led blu di stato inizi a lampeggiare per proseguire la registrazione del dispositivo. Assicuriamoci di avere un account ewelink e di aver scaricato l’applicazione sul nostro cellulare. Un’ultima nota importante è quella di ricordarvi il collegamento alla rete Wifi tramite banda 2,4Ghz e non 5Ghz in quanto quest’ultima non è attualmente supportata. Apriamo l’app e selezioniamo aggiungi dispositivo in alto a destra e seguiamo i passaggi che l’app ci indica per aggiungere il dispositivo al nostro account. Una volta aggiunto potremo vedere in diretta i valori di umidità e pressione!


Utilizzo 

Una volta collegato e sincronizzato il termostato al nostro account è il momento di collegare il dispositivo da comandare al nostro termostato semplicemente seguendo questo schema:

Il termostato si è dimostrato un ottimo dispositivo in grado di semplificare tutte le operazione ci accensione e/o spegnimento di vari dispositivi al variare della temperatura. Paragonandolo ad altri sensori la differenza di temperatura rispetto agli altri e’ di nemmeno 0,2° C e il sensore è impermeabile quindi adatto anche a stare all’esterno oppure sommerso in acqua o in altri liquidi.


Attenzione! Per quanto riguarda la connessione alla rete elettrica bisogna sottolineare che il termostato non fornisce un contatto pulito ma ben sì un’uscita elettrica quindi quando lo si “accende” avremo tensione sui cavi di uscita e non un normalissimo contatto che serve per l’accensione del climatizzatore e della caldaia per il riscaldamento. Nel caso in cui voi vorreste accedere dei dispositivi che necessitano di un contatto pulito vi consigliamo di abbinare un semplice relè cosi da eccitare il relè tramite il termostato e il relè chiuderà il contatto che serve a voi.


Software

Come ultimo punto di questa recensione tratteremo il software di gestione del termostato ovvero l’app di Ewelink. La procedura di configurazione sembra essere macchinosa la prima volta ma una volta imparata è facile, veloce ed efficace. Basandosi sul collegamento wifi e la propria geolocalizzazione scansiona i dispositivi nelle vicinanze (che hanno attiva la modalità di ricerca) e permette di configurarli aggiungendoli al proprio account e collegandoli al proprio wifi. Da quest’app è possibile programmare con un timer l’accesione e/o lo spegnimento dei dispositivi oltre al semplice controllo remoto dello stato del dispositivo (on/off). Nel caso di sensori particolari come quello di presenza di fumo o acqua invia una notifica. E’ possibile programmare le scene ovvero delle azioni da svolgere al verificarsi di un evento. Esempio all’accensione della luce in salotto si accende anche quella in cucina, tutto questo è possibile configurarlo dall’app tramite l’apposta funzione.

Ewelink permette inoltre una quasi totale integrazione con Google home e/o Alexa in quanto semplicemente aggiungendo l’account Ewelink dall’applicazione di gestione di Google home verranno aggiunti tutti i dispositivi collegati a Ewelink a Google home così da poter chiedere all’assistente di accendere, spegnere o programmare l’accensione dei propri dispotivi. Abbiamo detto una quasi totale integrazione in quanto non tutti i dispositivi come questo di temperatura vengono letti dall’assistente ed è quindi impossibile comandare senza passare da Ewelink. 


Prezzo

E’ giunto il momento di parlare del prezzo di questo piccolo ma utilissimo gadget. Possiamo trovare questo Sonoff su vari siti di e-commerce come Amazon.it oppure Aliexpress.com o ancora Ebay.it o molti altri. Il prezzo è molto variabile a seconda dello shop che si sceglie, ad esempio su Aliexpress lo troviamo a circa 12€ ma bisogna aspettare i tempi di spedizione a volte biblici, mentre su amazon il prezzo è abbastanza stabile a circa 22€. Sta a voi scegliere dove acquistarlo. Per il prezzo proposto resta un ottimo affare per chi vuole avere un’ottimo strumento smart facile da installare e poco ingombrante!

Attenzione al modello che scegliete, soprattutto al tipo di sonda che volete inserire. Esistono 3 tipologie di sonde per questo sensore, sonde Si7021 o AM2301 in grado di leggere la temperatura e l’umidità dell’aria oppure la sonda DS18B20 che legge la temperatura ma è impermeabile e può essere sommersa per leggere la temperatura dell’acqua.


Sintesi

Ecco un breve riepilogo di quanto detto nella recensione riassumendo i punti di forza e funzionalità che questo termostato ci offre ma anche i punti dove andrebbe migliorato oppure è carente.


  1. Facilità di configurazione
  2. E’ possibile monitorare in qualsiasi momento i dati forniti dal sensore
  3. Morsetti per i cavi comodissimi, senza viti
  4. E’ possibile posizionare il sensore all’esterno
  5. Possibilità di cambiare modalità da automatico a manuale
  6. Possibilità di configurare un timer
  7. Tasto per l’accensione manuale
  8. Diverse sonde per l’utilizzo

  1. Cavo di alimentazione non fornito
  2. Lingua italiana assente nel libretto delle istruzioni (presenti solo inglese e cinese)
  3. Necessita di una rete Wifi 2,4Ghz, non supporta il 5Ghz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *